Intervista a Massimo Falchi, gay dichiarato, scomunicato dalla Chiesa a cura di Jessica Molinari

19 07 2010

Per quale motivo sei stato scomunicato da Papa Giovanni II? In cosa consiste la scomunica?

Dal 1991  al 1994 ho collaborato nella segreteria di un Parlamentare Europeo del gruppo dei Verdi, l’ex On. Virginio Bettini. Nel 1991 ho fatto il mio coming out (mi sono dichiarato pubblicamente gay) e di seguito ho scritto (a norma dell’Art. 63 del Regolamento del P.E.) una bozza di Proposta di risoluzione per il riconoscimento dei diritti civili per i gay e le lesbiche nella Comunità Europea, bozza di risoluzione di cui l’On. Bettini era il primo firmatario. In seguito anche alla presentazione di altre due proposte di risoluzione la Commissione per le Libertà Pubbliche (il Ministero per i Diritti Civili del P.E.) ha dato mandato all’On. Claudia Roth (dei Verdi) di stendere un Rapporto sulla condizione dei Gay e delle Lesbiche nella comunità e successivamente una Risoluzione per il riconoscimento dei diritti per queste e questi Cittadini Europei. La Risoluzione è stata approvata in seduta plenaria l’8 febbraio 1994.

La scomunica è un atto legale della chiesa cristiana che implica vari gradi di esclusione di un suo membro a causa di gravi infrazioni alla morale o alla dottrina riconosciuta. Lottare per i diritti civili dei miei fratelli gay e delle mie sorelle lesbiche è considerato dal Vaticano una grave infrazione alla dottrina, essere mafioso o prete pedofilo evidentemente non è così grave da richiedere la scomunica.

Di cosa trattava la tua proposta al Parlamento Europeo?

La Proposta approvata dal P.E. chiede agli Stati Membri dell’Unione Europea l’estensione del concetto di diritto di famiglia anche alle coppie eterossesuali conviventi e alle coppie formate da individui dello stesso sesso, anche per risolvere controversie e problemi di certezza del diritto in materia di successione e di regimi patrimoniali; la cancellazione di tutte le leggi che discriminano i gay e le lesbiche (dal posto di lavoro ai rapporti sociali) fino alla legalizzazione dell’adozione di bambin* per le coppie gay o lesbiche; rivolgeva un appello al Regno Unito affinché abolisse le disposizioni discriminatorie volte a impedire una “presunta” propagazione dell’omosessualità ripristinando quindi la libertà di informazione e espressione scientifica ed artistica dell’omosessualità  e la parificazione dell’età del consenso per le/gli omosessuali e gli eterosessuali;

chiedeva agli Stati membri di adottare misure ed intraprendere campagne in cooperazione con le organizzazioni nazionali di lesbiche e gay contro l’omofobia;

la fine della perseguibilità dell’omosessualità quale oltraggio al pubblico pudore o reato contro il buon costume.

Perché nel 2006 hai deciso di annullare il tuo battesimo? E come hai fatto?

Ho deciso di annullare il mio battesimo con la chiesa cattolica apostolica romana per i seguenti motivi:

A) sono ateo dall’età di 12 anni;

B) il battesimo mi è stato imposto quando avevo una settimana di vita e non è stato una mia scelta ma una imposizione (il pedobattesimo);

C) sono gay e come tale considero l’appartenenza ad una religione omofoba come quella cattolica un atto di puro masochismo;

D) sono di sinistra e mai e poi mai potrei accettare di avere come mio capo spirituale un personaggio come il sig. Ratzinger e i suoi trascorsi nella Gioventù Hitleriana, per me un nazista è un nazista e resta tale per sempre anche se si spaccia come un “sant’uomo”;

E) l’unico “spirito” di cui riconosco l’esistenza e lo spirito alcolico, sopratutto quello del Mirto Rosso ghiacciato ma senza ghiaccio, tutto il resto, per quanto mi riguarda è pura superstizione.

Per annullare il mio battesimo ho fatto ricorso all’Art. 7 della Legge sulla Privacy, i parroci sono i legali responsabili del registro dei battezzati, registro su cui sono trascritti dati “sensibili” dati quindi soggetti alla legge, e l’articolo 7 impone ai responsabili dei registri che riportano dati sensibili (orientamento sessuale, sesso, stato di salute, orientamento politico) la cancellazione o la modifica di tali dati. Per legge il battesimo non può (purtroppo) essere materialmente cancellato dal registro dei battezzati ma il parroco è obbligato a trascrivere a lato del dato sensibile la inequivocabile volontà del cittadino che ne fa richiesta, e con l’annullamento del battesimo decadono automaticamente anche tutti gli altri “sacramenti” quali la prima comunione e la cresima. Far annullare il mio battesimo mi garantisce che dopo la mia morte né la mia salma né le mie ceneri potranno essere sottoposte a rituali magico-religiosi, neanche su richiesta dei miei parenti stretti. Per farla breve sono formalmente diventato un eretico e ho reciso definitivamente ogni legame con la chiesa omofobo-cattolica.

Secondo la tua opinione, per quale motivo la chiesa è così rigorosamente contraria ai gay e alle lesbiche?

Le religioni, praticamente tutte, basano la loro esistenza sul controllo e sulla repressone sessuale dei loro fedeli e quella cattolica è la più ferocemente omofoba (e misogina). Omofobia e misoginia spesso frutto dell’omosessualità repressa di gran parte del clero, a tutti i livelli. Grazie alla paura della morte e alla repressione delle sessualità, le religioni basano gran parte del loro malefico (ed estremamente redditizio) potere politico, sociale e culturale.

Cosa consigli ad un gay cristiano, di dichiararsi o di mantenere il segreto con il proprio parroco?

Ad un gay cristiano posso solo consigliare, se proprio non riesce a fare a meno del supporto della religione per contrastare la paura della morte e il bisogno di un capo che pensa al posto tuo, di lasciare la chiesa cattolica per un’altra setta meno omofoba, totalitaria e fascista, penso ad esempio ai Valdesi che dopo secoli di persecuzioni sono arrivati a formulare un concetto di “divinità” e morale decisamente più umano e democratico del cattolicesimo.

Se avessi qualche minuto per poter parlare con l’attuale Papa, cosa vorresti dirgli?
Non ci tengo a conoscere il sig. Ratzinger, e piuttosto che parlare con lui preferirei parlare con l’albero di melograno che adorna il mio balcone, o con un qualsiasi sconosciuto. Per me il sig. Ratzinger rappresenta duemila anni di persecuzione e odio verso i miei fratelli e le mie sorelle, piuttosto mi piacerebbe sapere come fa una/un cattolico a sentirsi a posto con la propria coscienza sapendo di essere rappresentato da un criminale nazista viriloide e più effeminato di mia nonna.

Secondo te, la chiesa influenza l’attuale situazione sociale dei gay in Italia e nel mondo?

La chiesa cattolica è all’origine di molti dei mali che affliggono i gay e le lesbiche in tutto il mondo, anche dove la setta cattolica è una microscopica minoranza, la chiesa cattolica è la principale responsabile della sofferenza e dei tentativi di suicidio dei giovani ed adolescenti gay e lesbiche in tutto il mondo. I duemila anni di orrenda mistificazione e feroce omofobia della chiesa cattolica sono alla base del razzismo anti gay.

Quali sono i politici italiani che al momento si stanno battendo per i diritti dei gay?
La classe politica Italiana oggi più di ieri è serva del vaticano, sopratutto la nostra sinistrata sinistra sempre a caccia del voto cattolico e dell’approvazione delle gerarchie vaticane, e la vicenda dei DiCo-PACS dell’ultimo Governo del vescovo mancato Prodi ne è la prova più illuminante. Fino a quando la nostra indegna classe politica non capirà che la religione è un fatto privato e non può, non deve influenzare la vita politica Italiana, il nostro paese sarà sempre una provincia del regno pontificio. Mi auguro che al più presto sia modificata la Costituzione Repubblicana così da cancellare il Concordato e rendere finalmente l’Italia uno Stato Sovrano ed indipendente da quel ridicolo (ma ricchissimo) Stato da operetta che è la Città del Vaticano

Cosa pensi del matrimonio tra gay e dell’adozione per le coppie gay?
Sono più che favorevole al matrimonio gay (naturalmente con rito civile) e non ho obiezioni per quanto riguarda l’adozione di coppie gay o lesbiche di minori, sopratutto se i minori in questione sono gay o lesbiche. Cento volte meglio affidare un minore gay a una coppia gay che a una coppia etero ma di fanatici religiosi o omofobi, sono ben consapevole dei danni devastanti che il fanatismo religioso e l’omofobia di certi genitori possono arrecare a un minore gay o lesbica. Preferirei sapere un bambino gay o una bambina lesbica accolto/a da una coppia omosessuale piuttosto che in un istituto gestito da religiose/i magari pedofili. Personalmente non voglio figli, sono convinto che la “natura” ha diviso l’Umanità in etero e gay per un motivo ben preciso: l’eterosessualità è funzionale alla riproduzione mentre l’omosessualità è funzionale all’evoluzione  della nostra specie. Non mi spiego in altro modo il perché in ogni luogo, in ogni tempo e sotto ogni regime (politico, militare o religioso) la stragrande maggioranza dei grandi artisti, pensatori, geni in ogni forma artistica erano o sono gay. Per farla breve credo che senza l’omosessualità la specie umana sarebbe ancora popolata da scimmie senza peli che in cima ad un albero si azzuffano per un casco di banane.

Annunci

Azioni

Information

19 responses

19 07 2010
artedelloshiatsu

…però! che verve, caro massimo!
sono tendenzialmente d’accordo, anche se trovo alcune dichiarazioni un po’ “di fegato” (e sai che voglio dire….)… avrei un solo piccolo appunto: la chiesa cattolica non è la sola religione profondamente omofoba. in altri stati religiosi viene addirittura comminata la pena di morte. però hai fatto bene a non menzionare queste realtà: bisogna parlare di ciò che accade in casa propria, e non in casa d’altri. l’autodeterminazione è fondamentale!
ti abbraccio forte.
guido.

19 07 2010
michelle

sono invidiosissima della tua scomunika..;)
un bacione e un abbraccio fortissimo
michelle

26 07 2010
salvatore veneruso

se sei così invidiosa della sua scomunica fai presto a sbattezzarti e sei scomunicata anche tu, così ti daremo il benvenuto tra noi

19 07 2010
eustachio79

io ho intervistato dei cristiani omosessuali….. durante un loro forum nazionale ecco cosa mi hanno detto….

GLI OMOCRISTIANI…

PARTE 1 DI 2

PARTE 2 DI 2

DITEMI COSA NE PENSATE VOI :::::

19 07 2010
Luigi martinetti

Senza andare a scomodare ancora una volta Michelangelo, Leonardo, Socrate, Shakespeare e un’altrettanto numerosa congrega di “loschi” geni, figure somme nella storia umana, ciò che scrivi e così logico e condivisibile, che una volta di più conferma che razza di cattivi maestri siano i preti. Azzeccatissimo l’accenno al Vaticano staterello da operetta, gemello “sacro” della profana Montecarlo di Ranieri di Monaco e ora del figlio Alberto, entrambi gli staterelli grandi riciclatori di denaro sporco di dubbia e criminosa provenienza. Sono d’accordo con te praticamente su tutto, ma su Ratzinger
ancora di più. Un saluto affettuoso.
P.S.: sono giustappunto in Piemonte, a Torre Pellice, la roccaforte dei Valdesi e di loro non si può, anche da parte di chi non crede,che parlare bene.

20 07 2010
massimo falchi

Ciao io non riesco a non essere di fegato, questo tema mi prende tanto e non solo il fegato, ma tutto il resto e poi mi sono stancato di aspettare i tempi biblici della chiesa, intanto bisogna fermarli e poi a bocce ferme possiamo ragionare con più calma ma adesso no, adesso basta hanno superato il segno.E bisogna suonare la sveglia ai partiti, in primis la sinistra. Basta aspettare ci dobbiamo dare una mossa o per i prossimi 2000 anni in italia non cambierà niente, a aspettare i loro tempi, ad essere gentili e pazienti e magari inginocchiati a baciare un anello.

20 07 2010
Sandro

Perdonami, questo articolo è quanto meno tendenzioso, vorrei che tu mi chiarissi qualche punto:
1. Quando e con quali forme sei stato scomunicato?
2. perché citi – lamentandoti – la scomunica visto che tu stesso ti sei “sbattezzato” dicendo che il papa attuale è un nazista (pensi che gli attuali politici di sinistra, invece sono dei grandissimi statisti?
3. perché dici che l’adozione da parte di un gay è meglio di quella di una coppia etero? Non pensi di essere abbastanza radicale? Non pensi che ad esempio il gay pride non è altro che un carnevale di gente che vuole cercare solo di apparire?
4. “l’eterosessualità è funzionale alla riproduzione mentre l’omosessualità è funzionale all’evoluzione della nostra specie”. Pensi quindi che solo i gay si amano, gli etero no? Quindi il centro dell’universo sono i gay? he ne sai dell’amore etero? Solo perché tu non lo provi pensi che sia impossibile? E perché invece non ti scagli contro quelle religioni che ancora oggi impiccano i gay? Forse è troppo impegnativo.
Permettimi di dirti una cosa – io sono gay – questo tuo articolo è un delirio. Spoero che tu mi risponda con cose sensate, ma ne dubito. Tu sei solo un radical chic dell’ultim’ora.

20 07 2010
iltulipano

Ciao Sandro,
questo non è un articolo ma un’intervista. Non può per questo motivo essere considerato tendenzioso. Esprime, senza censura, il pensiero di Massimo.Di conseguenza non ha la presunzione di esporre la verità assoluta, ma l’opinione individuale. Questo solo per precisare. Poi se Massimo desidererà rispondere alle tue domande, lo farà. Su un’unica cosa mi permetto di dire la mia, giudicare Massimo Falchi un radical chic dell’ultima, mi fa capire che tu non lo conosca bene. Il suo impegno nel sociale è attivo e concreto e non solo nel tema “gay”. Un caro saluto, Jessica

20 07 2010
patrizia

Massimo mi pare un tantino estremo, molto in collera e parecchio sarcastico.
Non discuto il merito del discorso e condivido totalmente il cuore della questione …credo però che una maggiore “moderazione” possa salvare azioni e pensieri dal pericolo di non essere più presi sul serio poichè troppo strombazzati e poco pentranti.
Opinione personale.
Scusate
Patrizia

20 07 2010
massimo falchi

…Articolo tendenzioso, no ma solo un’intervista e come diceva bene Jessica si tratta della mia opinione sulla questione dei diritti civili e della reazione, spesso rabbiosa del Clero. La scomunica, in forma verbale fu dichiarata dal sig. Wojtyla 2 giorni dopo l’approvazione ella Risoluzione del P.E. verso i parlamentari e quanti avevano collaborato alla stesusa dei documenti, proposte di risoluzione, Rapporto alla Commisione ed infine il voto favorevole dell’Aula. Nel 1995 un compagno del CIG Milano (Centro d’Iniziativa Gay) mi confermava tra che ero tra i bersagli della scomunica dal momento che aveva letto il mio nome e cognome quale autore della proposta a firma Bettini e altri, e una mia dichiarazione pubblicata sul Corriere della Sera, e riportata sull’annuario della chiesa cattolica del 1995, ovviamente riferito ai fatti del 94. Sul livello della scomunica non so e non mi interessa, qualunque esso sia mi sta benissimo. Fino al 1999 non era possibile annullare il proprio battesimo, io ho fatto ricorso alla Legge sulla Privacy quando non ne ho potuto più dell’ingerenza del clero nella società in cui vivo e sulla mia esistenza quotidiana. Credo che gli ultimi grandi Statisti a sinista erano Berlinguer e Pertini ma purtroppo entrambe sono deceduti, oggi a sinistra di grande c’è solo la confusione e l’incapacità di dare risposte (di sinistra)ai bisogni reali del paese. Credo che sia meglio l’adozione di bambini e adolescenti gay da parte di coppie gay, rileggi le mie dichiarazioni, per tutelare il benessere psichico degli stessi dall’omofobia e il furore religioso di tante coppie eterosessuali. Si sono molto radicale nelle mie posizioni, e allora? L’odio che il clero riversa sui gay e le lesbiche forse è meno radicale? E se permetti decido io il livello del mio radicalismo politico, o dovrei chiedere, ad esempio a te, con quali forme e misura posso essere radicale? Si il Pride è anche un “carnevale” di uomini e donne che fanno politica e lottano per i propri diritti anche con le piume in testa, e allora? La vita è un carnival party, e il manifestare la propria volontà a quel modo (una parata gioiosa, colorata e carnevalesca) è un inno alla vita e alla libertà di amare e di essere se stessi, libertà che 2000 anni di feroce cristianesimo ci negano, e personalmente trovo siano più appariscenti le vesti da cerimonia e le scarpette rosse di Prada di vescovi, cardinali e papi. Non ho mai detto (o pensato) che solo i gay amano, questa è una tua conclusione e sì non conosco l’amore (sesso?) eterosessuale ma non credo che ci siano differenze tra etero e gay, l’atto sessuale, le pratiche sessuali sono praticamente uguali e credo che anche il livello e la “qualità” del convolgimento emotivo sia uguale per etero e gay, sei liberissimo di travisare le mie parole ma per favore non attribuire a me le tue travisazioni, grazie! Si da il caso che sono nato e cresciuto e vivo in Italia e mi occupo delle ingerenze del vaticano sulla mia esistenza e sul mio mondo, se fossi nato e cresciuto in Iran (altro stato governato come l’Italia dal clero) mi sarei scagliato contro l’Islam, o contro la religione ebraica se fossi nato in Israele o in una famiglia ebrea, ma potrei fare lo stesso discorso con l’induismo il buddismo e tutti gli altri ismi religiosi omofobi. Dovresti leggere i miei post su FB quando attacco il regime criminale Iraniano che impicca i gay e lapida le donne e non vado giù leggero con i rabbini ultra ortodossi che thorà alla mano istigano all’odio dei “sodomiti” esattamente come molti (troppi “cristiani”). Non credo nelle divinità e non faccio distinzioni tra amici immagginari, non reputo la inesistente divinità cristiana migliore o peggiore della inesistente divinità dei musulmani o degli ebrei, per me pari sono…non credo di essere un “radical chic” ma nel caso lo fossi posso solo dirti che è meglio essere radical chic che omofobo-cattolico, e se trovi che la mia intervista sia “delirante” no problem, io trovo più assurdo e delirante che una donna vergine possa essere stata fecondata da un angelo (magari uno di quelli che reclamizzano il caffè dall’alto di una nuvola) e poi partorire restando vergine, trovo delirante il culto delle reliquie, ridicoli i dogmi cattolici come, tra i tanti, l’infallibilità del papa e la “mistica” e il mercato dei miracoli. Ma ovviamente si tratta della mia opinione, soggettiva ma mia e non sei obbligato a farla tua, l’assolutismo lo lascio ai credenti, io da ateo ho poche certezze e poche personali ( e ribadisco soggettive) verità, ma non rivelate bensì sviluppate con l’osservazione e il pensiero critico. PS erano i cattolici a mettere la Terra al centro dell’universo enon gli atei, gli eretici e gli scienziati. Io al centro del “mio” universo psichico, affettivo e relazionale metto i miei fratelli gay e le mie sorelle lesbiche, tu metti ciò che vuoi. questa a casa mia si chiama libertà, anche se mi rendo conto che nelle parrocchie cattoliche questa parola è un tabù incrollabile, infatti lo stesso ratzinger più volte ha dischiarato che la chiesa non è democratica, ed è vero: si tratta di una monarchia medioevale assoluta e totalitaria, una piramide sociale alla cui cima ci sta il papa e poi di livello in livello i vari cardinali, vescovi preti e giù giù fino ai fedeli, prima quelli maschi e poi le femmine..saluti eretici! Massimo Falchi

20 07 2010
Patrizia Penna

bellissime le tue parole Massimo e sono d’accordo con te, peraltro avevo già letto di persone che si sbattezzano(gay ed etero) perchè non si riconoscono nella religione cattolica e non vogliono risultare tra i cattolici italiani, perchè il numero dei cattolici in Italia viene stabilito proprio dai registri di battesimo. Io sono stata il mese scorso al gay pride di Torino e a me,etero, non è sembrata affatto una carnevalata, anzi ho visto gente allegra e finalmente rilassata, libera di essere se stessa, etero compresi.

21 07 2010
Marinella da Durban R.S.A.

Mi piace questa intervista, condivido tantissime affermazioni di Massimo, ritengo che gli esseri viventi abbiano un’unica razza quella UMANA, non mi interessa con chi una persona divide il proprio LETTO, mi interessa che sia ONESTA, RESPONSABILE, ANTIRAZZISTA, ANTIDITTATORIALE.
Ritengo anch’io che le Religioni chiudano la mente perche’ gestite da Persone che non sono superiori a nessuno, sono agnostica e vorrei una Societa’ Laica.
Una sola cosa non condivido con Massimo ed e’ quella di non poter adottare dei figli per le coppie gay, perche’? Perche’ i bambini abbandonati o in difficolta’ chiedono amore e famiglia senza differenze se questa famiglia e’ composta da due donne o due uomini.
La mia famiglia ha e frequenta tranquillamente persone gay e coppie gay, i miei figli vivono con naturalezza tutto cio’ perche’ hanno avuto le corrette informazioni fin dalle loro prime domande.
Auguro a Massimo tutto il meglio di questo mondo.

21 07 2010
massimo falchi

Ciao Marinella, grazie del tuo intervento ma io non ho mai scritto di essere contrario alle adozioni per le coppie gay o lesbiche, ho detto di non voler figli ma sono più che favorevole alle adozioni. Auguri anche a te.

22 07 2010
Sandro

Hai intitolato una intervista “scomunicato dalla Chiesa”. Poidici che hai saputo da amici di amici che forse nel 95…
Scrivi nervosamente un mucchio di frasi fatte e di banalità. Parli continuamente della Chiesa. Vuoi estirparla? Ci sono realtà ben peggiori. Dedicati a dimostrare, senza troppi isterismi, che uno deve essere valorizzato per quello che è, e non pretendere di arrivare in posti prestigiosi solo perché è gay e deve difendere i diritti dei gay.
Le persone come te sicuramente sono comode per certe altre. Urli solo ma fai pochi fatti (ma tanti gay pride, col culo fuori, per dimostrare di avere coraggio capirai…)
Priima scrivi che ti batti per i diritti gay e poi ammetti che il tuo è slo un pensiero personale.
Magari ti offendi se ti dicono GAY in tono offensivo, ma sei il primo a gridare “nano nano”…
Ma per favore.
Il vero impegno sociale è ben altro, non questi deliri, queste frasi fatte che stai dispensando scambiandole per sacrosante verità.

22 07 2010
massimo falchi

Ma almeno l’annuario della chiesa cattolica del 1995 te lo sei andato a vedere o no? Per il resto no comment, non voglio scendere al tuo livello!

22 07 2010
Sandro

Quando non si hanno argomentazioni si ricorre a questa fatidica frase, nella speranza che chi lege dopo ti difenda e ti dia qualche argomento di replica. L’annuario della Chiesa non so nemmeno cosa sia. E’ destinato a persone che non so chi siano. Non me ne frega nulla di cosa ci sia scritto, io voglio solo dimostrare serenamente che l’essere gay non è sinonimo di “diverso”, cosa che invece tu non fai, preferendo un copia e incolla di cose lette qua e la, che ti sono piaciute.
Hai scritto che solo i gay sanno amare, ripassa la tua intervista e cogline il senso non solo letterale.
Le foto che metti su fb, del gay pride, sono talmente penose che non fanno nemmeno ridere.

22 07 2010
massimo falchi

Mi hai chiesto una prova della scomunica e io te l’ho fornita e adesso mi dici che non sai nemmeno di cosa si tratta e comunque non ti interessa??? Bel tipo sei, e a quanto pare sei uno dei miei contatti su FB, mi useresti la cortesia di cancellarti dai miei contatti (non voglio tipi come te da considerare “amici”) oppure esci allo scoperto (non come gay perchè sei troppo represso…non per niente sei cattolico) e mi dici il tuo vero nome e cognome o il nick name che usi su FB e ti cancello io. Grazie…sorellina!

22 07 2010
Sandro

La scomunica è un atto ufficiale, notificato direttamente all’interessato – per quello che può valere…
E’ un atto personale, parlo a ragion veduta. Immagino che al Vaticano pensano prprio a te.
Il tuo profilo su fb è libero e ho guardato le tue foto. Davvero significative, l’emblema del tuo impegno sociale. Caspita. Vedi che continui a scrivere rispste a vanvera? Non posso essere tua sorella, perché sono maschietto. Ma non è che adesso – siccome tu non hai un sesso definito nemmeno psicologicamente – non ti metti a fare qualche campagna per l’abolizione dei sessi genetici.
Medita sul merito di ciò che scrivi e vedi che se pretendi di portare i gay al centro dell’universo perché solo loro sanno dov’è l’amore, sei davvero in un mondo rosa e soffice.
Pensavo fossi più interessante ed avessi una cultura non solo nozionistica ma anche un po’ elaborata.
Ciao, scusa, ti lascio ricamare i vestitini per il prossimo gay pride, che organizzerai – nonostante i fasci – in maniera DIVINA.

22 07 2010
Sandro

Ecco fatto, bastano due righe scritte senza prosopopea e senza isterismo per far tacere certi grilli parlanti (che oltretutto non hanno nemmeno il coraggio di mantenere le foto pubblicate sul gaypride, meglio cancellarle).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: